AUTOTRASPORTO. “PRIMO NON PRENDERLE”: OTTIMO IL RISCONTRO DAL CONVEGNO DI CNA FITA CON LA POLSTRADA

AUTOTRASPORTO. “PRIMO NON PRENDERLE”: OTTIMO IL RISCONTRO DAL CONVEGNO DI CNA FITA CON LA POLSTRADA

Ampia e attenta la partecipazione delle imprese del settore autotrasporto durante la parte pubblica dell’iniziativa promossa dalla CNA-FITA di Fermo e Macerata lo scorso 22 aprile a Porto Sant’Elpidio, Villa Baruchello. Il convegno, organizzato con il contributo della CCIAA di Fermo, dal titolo “Primo non prenderle. Autotrasporto merci: “imparare” dalle infrazioni più comuni dei conducenti professionali e da una corretta lettura del Codice della Strada” ha registrato gli interventi dei vertici della Polstrada sezione Province Ascoli Piceno e Fermo che hanno tenuto una vera e propria lezione sulle novità legislative del settore ed i più recenti aggiornamenti del Codice della Strada.

Le novità normative, ma più ancora la consuetudine di comportamenti connessi ad interpretazioni non sempre aggiornate all’evoluzione legislativa, sono state così messe a tema con gli interventi sul trasporto in conto proprio ed internazionale svolto dal Comandante della sottosezione Polstrada di Porto San Giorgio Ispettore Superiore SUPS Roberto Testa, peraltro anche docente della Scuola di Formazione della Polizia Stradale di Cesena, mentre sul cronotachigrafo e quindi ore di guida, di riposo e aggiornamento professionale è intervenuto il Sovrintendente Capo Mauro Cucciniello della Sottosezione Polstrada di Porto san Giorgio.

I lavori, introdotti dal saluto dai direttori generali delle CNA di Fermo Alessandro Migliore e Macerata Luciano Ramadori, sono stati moderati dal segretario regionale della CNA-FITA Riccardo Battisti che ha rappresentato come il settore stia registrando una perdita di imprese e di posti di lavoro con un saldo negativo, a livello regionale, di 92 imprese attive tra fine 2015 e fine 2016, saldo che peggiora ulteriormente alla fine di marzo 2017 con la perdita di ulteriori 37 imprese. Nelle province di Fermo e Macerata i saldi negativi tra fine 2015 e fine marzo 2017 sono rispettivamente di -30 e -16 imprese del settore autotrasporto merci in conto terzi.

Molto apprezzato l’intervento del Comandante Dirigente della sezione Polstrada di Ascoli Piceno e Fermo Vice Questore Aggiunto dott.ssa Nadia Carletti che ha illustrato le principali violazioni contestate ai trasportatori professionali di merci: le violazioni all’ Art. 167 Trasporti di cose su veicoli a motore e sui rimorchi (una casistica ampia che soprattutto riguarda eccedenze nel trasporto) hanno registrato 398 “verbali” nel 2016 (erano 530 nel 2014 e 368 nel 2015); per quanto concerne l’Art. 174 Durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o di cose le sanzioni sono state 562 nel 2016 (erano 444 nel 2015 e 686 nel 2015) mentre a livello regionale sono state 1.042; per le infrazioni all’Art. 179 Cronotachigrafo e limitatore di velocità sono state elevate 64 sanzioni nel 2016 (erano 46 nel 2014 e 49 nel 2015) con un dato aggregato a livello regionale di n. 1.638.

Opportuno è risultato mettere a tema le più recenti novità sull’obbligo di formazione sul “buon uso del cronotachigrafo” ed in tal senso è stata presentata la Circolare del 24/3/2017 della Direzione Centrale per la Polizia Stradale del Ministero dell’Interno ed il nuovo servizio formativo e di controllo sui cronotachigrafi presente in ogni sede della CNA.

Pubblicato da: Stella Alfieri

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.