MANIFATTURA E LAVORO 4.0: CONTRIBUTI PER 9 MILIONI PER IL SOSTEGNO AI PROCESSI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIGITALE DELLE PMI

MANIFATTURA E LAVORO 4.0: CONTRIBUTI PER 9 MILIONI PER IL SOSTEGNO AI PROCESSI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIGITALE DELLE PMI

Favorire i processi di innovazione tecnologica e digitale delle micro, piccole e medie imprese manifatturiere marchigiane, attivando almeno un tirocinio lavorativo: è la finalità di un bando emanato dalla Regione che prevede una dotazione finanziaria iniziale di 8,9 milioni di euro, da ripartire sotto forma di contributi a fondo perduto,  scaricabile QUI

Il bando sarà anche presentato nel corso di un seminario che si terrà il 15 settembre presso la sede della Giunta regionale (Palazzo Li Madou, Ancona a partire dalle ore 15.00). Le risorse messe a disposizione del sistema produttivo locale sono quelle del Por Marche Fesr 2014-2020 che sostengono i processi di innovazione aziendale e l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali (Azione 1.3).

SOGGETTI BENEFICIARI: Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le MPMI (micro, piccole e medie) imprese manifatturiere marchigiane, in forma singola, che abbiano avviato, successivamente alla data di pubblicazione del presente bando sul BURM, da almeno 60 giorni almeno un tirocinio di inserimento/reinserimento al lavoro ai sensi della DGR n. 1134/2013 e s.m.i., finalizzato alla presentazione della domanda di partecipazione al
presente bando e alla realizzazione del programma di investimento proposto. I tirocinanti devono essere in possesso, prioritariamente, di un titolo di studio, o di formazione professionale post diploma o post laurea e/o di esperienza lavorativa almeno biennale comprovanti un livello di conoscenze e competenze inerenti le tecnologie relative al manifatturiero avanzato e/o le tecnologie ICT emergenti, con particolare riferimento a quelle oggetto del programma di investimento, risultanti dal loro curriculum vitae.
ENTITA’ DELL’AIUTO: Il contributo in conto capitale varia da un minimo del 10% ad un massimo del 60% della spesa ammissibile. L’intensità di aiuto varia a seconda della dimensione dell’impresa e della tipologia di spesa sostenuta.

Le aziende interessate a partecipare al bando, prima di presentare la domanda, dovranno attivare almeno un tirocinio di inserimento o reinserimento lavorativo, della dura di sei mesi, collegato all’investimento da sviluppare. La richiesta di partecipazione andrà poi accompagnata da un progetto di qualificazione e sviluppo delle competenze interne o di nuova assunzione, che potrà essere finanziato attraverso voucher formativi appositamente assegnati dalla Regione Marche.

Alle imprese  ammesse a finanziamento, sarà corrisposto il 60 per cento dell’indennità  spettante ai tirocinanti e un ulteriore contributo, a fondo perduto, del Fondo sociale europeo, nel caso di trasformazione del tirocinio in contratto subordinato o di assunzione di lavoratori, aggiuntivi rispetto all’organico risultante al momento della presentazione della domanda. L’accesso al bando sarà possibile esclusivamente con procedura informatizzata.

SPESE AMMISSIBILI:
– Automazione industriale;
– Smart and Digital Factories (IoT);
– Sistemi produttivi flessibili;
– Produzione rapida;
– Progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili;
– Progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative;
– Progettazione integrata (progettazione simultanea prodotto-processo-sistema);
– Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto.

INFO: Fidimpresa Marche, filiale di Fermo, 0734/600288

Pubblicato da: Stella Alfieri

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.