POST SISMA. ARTIGIANI E RICOSTRUZIONE, CNA MARCHE INTERVIENE A RIABITA

POST SISMA. ARTIGIANI E RICOSTRUZIONE, CNA MARCHE INTERVIENE A RIABITA

“Ricostruzione post sisma: obiettivi e risultati” è il titolo del convegno in programma domenica 11 novembre 2018, alle ore 9, nella sala meeting A del Fermo Forum, organizzato nell’ambito di Riabita Il Salone dell’Abitare, da CNA Marche, Confartigianato, CDO Edilizia e Ance Fermo. Al convegno è stata annunciata la presenza, tra gli altri, del commissario alla ricostruzione Piero Farabollini.

Dopo l’introduzione dell’architetto Colletti, il responsabile di CNA Costruzioni regionale Marco Bilei aprirà i lavori del convegno con un intervento che intende fare il punto sull’impegno della CNA e degli artigiani nella ricostruzione post sisma. Una ricostruzione che è partita, ma ancora molto lentamente: sono circa 2.000 i cantieri avviati rispetto agli oltre 40.000 previsti.

L’impegno c’è stato sin dall’inizio, nel sostegno alle imprese del cratere e nell’informare quelle del comparto costruzioni impegnate nella ricostruzione. In particolare – spiega Bileida subito abbiamo evidenziato come occorresse limitare la burocrazia e favorire il lavoro delle piccole imprese marchigiane”.

Bilei ricorda alcune delle proposte avanzate dal comparto Costruzioni dell’associazione di categoria, tra cui l’applicazione della norma che finanzia le imprese edili, anticipando le somme dovute: “Sono molte le imprese a rischio indebitamento, per questo CNA e il confidi unico SRGM stanno lavorando per una soluzione concreta a questo problema. Abbiamo concordato con i vertici della Regione di favorire le imprese locali negli appalti pubblici, attuando gare con procedure negoziate a invito: questo però dovrà essere attuato con un atto normativo di indirizzo”.

Tra le richieste di CNA c’è anche quella di impegnare le strutture di accorpamento delle stazioni appaltanti regionali o provinciali, anziché disperdere a pioggia le oltre 800 gare d’appalto in arrivo nei prossimi mesi: “A questo si aggiunge la revisione per quanto possibile del prezziario per la ricostruzione, che risulta sottodimensionato rispetto alla realtà e più povero rispetto ad altre ricostruzioni. Occorre sanare i piccoli abusi in maniera rapida e veloce – conclude Bileie da questo punto di vista CNA giudica molto positivamente quanto contenuto nelle modifiche alla bozza del Decreto Genova, con l’aumento sanabile fino al limite del 20%”.

La CNA Territoriale di Fermo prosegue nel lavoro di affiancamento alle imprese del cratere e alle comunità interessate con lo Sportello SOS – Supporto Operativo Sisma ad Amandola, attivo il mercoledì dalle 9 alle 13: assistenza sulle forme di aggregazione tra imprese del settore costruzioni, consulenza sulla partecipazione a gare/appalti pubblici e privati, certificazioni SOA, servizi finanziari di accesso al credito, servizi in materia di sicurezza sul lavoro, consulenza legale, supporto ai cittadini per pratiche di sospensione, rateizzazione sono tra i principali servizi dello sportello.

Pubblicato da: Stella Alfieri

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.