VOUCHER ASILO NIDO E BABY SITTER , DOMANDA E CONTRIBUTO

La legge di stabilità ha prorogato per tutto il 2016 la possibilità per la madre lavoratrice di beneficiare, al termine del periodo di maternità obbligatoria, del contributo per il pagamento della baby sitter o per gli asili nido.

Ad essere interessate sono le lavoratrici dipendenti del settore pubblico e privato,le parasubordinate o le libere professioniste iscritte alla gestione separata. 

Si tratta di un contributo pari a 3.600,00 euro complessivi, cioè 600 euro al mese per sei mesi,per le lavoratrici dipendenti e 1.800,00 euro  complessivi ,cioè 600 euro al mese per tre mesi per le parasubordinate o le libere professioniste. Per le dipendenti part time il contributo sarà proporzionato all'orario di lavoro. Il bonus è riconosciuto se viene chiesto entro gli 11 mesi successivi al rientro in servizio ed è erogato alle sole mamme che scelgono di rientrare al lavoro e non prolungano l'assenza con il congedo parentale.

Il pagamento del voucher avviene in due differenti modalità :

– per il servizio di baby sitting gli uffici forniscono i voucher e la lavoratrice provvede ad intestarli alla baby sitter;

– per gli asili nido invece, è l'INPS che intrattiene il rapporto con le strutture e provvede al pagamento.

La domanda va presentata tramite il sito dellINPS o rivolgendosi ad un PATRONATO; è necessario allegare alla domanda l'attestato ISEE .

IL PATRONATO EPASA CNA ED IL CAF SONO A DISPOSIZIONE PER LA COMPILAZIONE E L'INOLTRO DELLA DOMANDA E DEL CERTIFICATO ISEE.

Info : 0734/600288  CNA Fermo

Pubblicato da: Lara Del Gatto

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.