DISTRETTO PELLI CALZATURE FERMANO-MACERATESE: IN ARRIVO I BANDI REGIONALI PER L’AREA DI CRISI

DISTRETTO PELLI CALZATURE FERMANO-MACERATESE: IN ARRIVO I BANDI REGIONALI PER L’AREA DI CRISI

In attesa della firma all’Accordo di programma da parte del Ministro per lo sviluppo economico Stefano Patuanelli, che renderebbe disponibili ulteriori 15 milioni, e vista la gravità della crisi economica causa Covid nonché l’approssimarsi della conclusione del settennato europeo 2014/2020, la Regione Marche ha deciso di anticipare l’uscita dei bandi per le imprese dei 42 Comuni compresi nell’area di crisi complessa del Distretto Pelli-Calzature Fermano-Maceratese.

La Regione concorre al complesso programma di riconversione e riqualificazione del distretto con € 14.943.364 tra risorse del proprio bilancio e fondi europei FESR e FSE in sua dotazione. Il primo bando regionale per l’area di crisi uscirà i primi giorni di agosto e ci sarà tempo fino al 30 di settembre per presentare le domande di contributo. Avrà una dotazione di ben 5 milioni di euro destinati dall’ente a cofinanziare gli investimenti produttivi delle imprese. La finalità principale è quella di creare occupazione e innovazione, sarà prevista pertanto una premialità per le imprese che assumono e per chi investe nell’ambito della c.d. “manifattura 4.0”. I progetti dovranno prevedere almeno 100.000 euro di spesa e potranno comprendere spese per investimenti materiali ed immateriali, incluse diverse tipologie di consulenze. Per realizzare il progetto ed inviare la rendicontazione i beneficiari avranno 18 mesi. Il tasso di aiuto a fondo perduto è del 40%. I settori finanziabili saranno quello manifatturiero, il settore edile, il turismo ed i servizi con alcuni codici Ateco specifici che verranno elencati nel bando.

L’altro bando regionale afferente l’Area di crisi complessa sarà nell’ambito del programma FSE Marche ed uscirà a settembre. Potranno partecipare disoccupati da più di 3 mesi che intendono aprire una partita iva. Tutti i settori di attività sono ammessi ad eccezione dell’agricoltura. Il contributo forfettario massimo sarà di 35.000 euro, finanziato però al 100% dalla Regione. Anche questo bando si chiuderà il 30 settembre ma per riaprire, con finestre mensili periodiche, il 1° giorno di ciascun mese fino ad esaurimento fondi.

A breve la CNA organizzerà un webinar di presentazione con i referenti regionali e con i progettisti esperti in forza all’associazione.

INFO: CNA Terr.le Fermo, 0734/600288

Pubblicato da: Stella Alfieri

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.