ISTITUITO IL REGISTRO REGIONALE EXTRAALBERGHIERO ED IL CODICE IDENTIFICATIVO REGIONALE (CIR)

ISTITUITO IL REGISTRO REGIONALE EXTRAALBERGHIERO ED IL CODICE IDENTIFICATIVO REGIONALE (CIR)

Con una recente delibera della Giunta Regionale, la n. 193 del 22 febbraio scorso, la Regione Marche ha istituito il Registro Regionale extraalberghiero ed il Codice Identificativo come risposta al fenomeno dell’abusivismo, più volte segnalato dalle nostre strutture nel campo dell’ospitalità turistica.

Il registro è composto dalle seguenti tipologie ricettive previste dalla legge regionale n.9/2006 (Testo Unico delle norme regionali in materia di turismo):

  • Country house e residenze d’epoca extra-alberghiere (art.21);
  • Affittacamere (art.26);
  • Case e appartamenti per vacanze (art.27);
  • Appartamenti ammobiliati per uso turistico (art.32);
  • Garden Sharing (art.33 bis);
  • Bed & Breakfast (art.34);

Fanno parte del registro tutte le attività rientranti nelle tipologie sopra elencate che abbiano presentato apposita CIA o SCIA allo Sportello unico (SUAP) del comune territorialmente competente.

Alle strutture inserite nel registro è attribuito un Codice identificativo Regionale (CIR).

Il CIR viene rilasciato dalla Regione Marche alle sole strutture iscritte nel registro che abbiano completato tutti gli adempimenti di legge.

In particolare il percorso di regolarizzazione delle strutture ricettive appartenenti al registro regionale, compresi gli appartamenti ammobiliati dati in locazione per finalità turistiche ai sensi della L.431/98 e D.L. 50/2017, consiste nelle seguenti attività:

  • a) presentazione della CIA/SCIA al SUAP del comune territorialmente competente;
  • b) registrazione presso la questura di competenza per ricevere le credenziali del sito “Alloggiatiweb”;
  • c) accreditamento presso la Regione Marche al fine di comunicare i prezzi, le aperture e ricevere quindi le credenziali per il sistema di gestione dei flussi turistici denominato Istrice Ross1000;

Per il rilascio delle credenziali da parte della Regione è sufficiente la presentazione di copia della CIA/SCIA e relativo protocollo comunale attestante l’avvenuta presentazione.

Gli uffici CNA sono a disposizione per gli approfondimenti del caso.

Dai link di seguito, è possibile accedere al testo di delibera ed all’allegato CIR:

 

Pubblicato da: Stella Alfieri

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.